http://www.adestdellequatore.com/wp-content/uploads/2016/10/briggs-web.png
Virus October, 21st 2016 by Aede

Dei fiumi resta il nome | Matt Briggs

Ricevi il libro a casa in 3 giorni, spedizione gratuita!

The Remains of River Names” is part of the multifaceted work that has emerged from the Northwest, including music like Nirvana’s and Pearl Jam’s, Denis Johnson’s prose and the films of Gus Van Sant. Such art registers the hard realities and tenacious romanticism of a country wet with fog and light.

(Dei fiumi resta il nome è parte del multiforme scenario artistico emerso dal Nordovest e che include musica come quella dei Nirvana e dei Pearl Jam, scrittura come quella di Denis Johnson e il cinema di Gus Van Sant. Un movimento che registra la dura realtà e il tenace romanticismo di un Paese permeato di luci e ombre)

Ann Powers, New York Times. 

Definito dallo stesso autore un “romanzo in racconti”, The Remains of River Names, (Dei fiumi resta il nome il titolo italiano), è, allo stesso tempo, la storia corale di una famiglia americana media che vive la propria graduale dissoluzione, e una raccolta eterogenea di voci, prospettive e scenari differenti, che caratterizzano in maniera individuale ciascuno dei racconti. A tenere insieme i protagonisti di queste storie è lo scenario, rurale e urbano, dello stato di Washington e della città di Seattle durante gli anni ’80. Il romanzo è diviso in 12 storie legate tra loro, ognuna narrata, a turno dai membri di una tipica famiglia appartenente alla controcultura americana e impegnata in un lungo processo di autodistruzione. Ambientata in 20 anni di storia – perché il tempo qui diviene esso stesso luogo di narrazione – dalla fine degli anni Settanta fino alle soglie del XXI Secolo. Dei fiumi resta il nome ci narra del dissolvimento dei legami: dalla disintegrazione del nucleo familiare fino a quello di ogni singolo membro. Pervaso da una forte e icastica ironia, il romanzo è testimone fedele e spietato di quella che è stata un’intera generazione alternativa al mainstream.

Negli racconti di The Remains of River Names Matt Briggs restituisce voce e tensione emotiva e psicologica alla Seattle degli anni del grunge, resa celebre in tutto il mondo dalla musica dei Nirvana e dei Pearl Jam.  I personaggi e i luoghi delle storie di Briggs appaiono sospesi tra cornici temporali diverse: ritroviamo vecchi hippy che stentano a riconciliarsi con un mondo ormai trasformato; adolescenti intrappolati in un momento di transizione della storia americana recente, tra la fine dell’economia industriale e l’avvento dell’era telematica; paesaggi che transitano, in maniera incerta, tra la natura incontaminata del nord-ovest degli USA e la dimensione urbana, che sola sembra offrire qualche speranza di sopravvivenza e realizzazione ai personaggi.

 

“Tutte, o quasi tutte le parole, davvero, non sono altro che fumo o immagini riflesse in uno specchio. Solo i vecchi nomi di luogo hanno una loro dignità. Sono la sola cosa detta che non sia una finzione. Parole astratte come “sacrificio” o “consacrare” sono sterili, rispetto ai nomi concreti dei fiumi e delle montagne, come Snoqualmie, Snohomish, Tahoma, e Klickitat.”

 

Matt Briggs è nato a Seattle nel 1970, e si è laureato all’università di Washington. Il suo primo libro, The Remains of River Names, pubblicato nel 1999, è stato accolto favorevolmente dalla critica, ed è stato definito “romanzo grunge” dal New York Times, che ha incluso Briggs tra gli artisti che hanno meglio reso lo spirito, la tensione e l’atmosfera culturale del nord-ovest degli Stati Uniti (assieme a band musicali come Nirvana e Pearl Jam, scrittori come Denis Johnson, e registi come Gus Van Sant). Tra le altre opere di Briggs si segnalano Shoot the Buffalo (2005) e The End Is the Beginning (2008).

Fiorenzo Iuliano insegna Letteratura angloamericana all’Università di Cagliari. Si occupa di letteratura americana contemporanea, romanzo a fumetti, e teoria critica (in particolare, studi di genere e studi sulla corporeità). Sta lavorando a una ricerca sulla scena culturale di Seattle e del nord-ovest degli Stati Uniti negli anni ’90.

leggi un assaggio scarica la copertina

 

0 Comments

Socialize

Comments are closed.