http://www.adestdellequatore.com/wp-content/uploads/2017/03/miniweb.png
Virus March, 6th 2017 by Aede

Più di là che di qua | Elisa Minì

Ricevi il libro a casa, spedizione gratuita!

Dopo il successo di “Tutta colpa di Gabo”, è di nuovo in scena la famiglia Bencini, tra amori e visioni, avide badanti e parenti serpenti, un nuovo noir ironico e leggero ambientato a Firenze.
Una saga familiare che, mescolando sapientemente paradosso e comicità ai temi classici del giallo, mette in scena vizi e manie di una matriarcale famiglia toscana, in verità assai atipica, governata dalla nonna Argisa (donna di grandi sentimenti e di grandi arrabbiature l’ha definita Fabio Galati sulle pagine di Repubblica, nella sua recensione al primo romanzo della serie). Tra le stranezze dei nipoti – il tentativo di tradurre Diabolik in Latino è una di queste – e un mistero da risolvere il libro scorre con agilità grazie all’uso di una lingua mai scontata e sempre accessibile al lettore.

Dopo una lunga assenza, un venerdì pomeriggio, Ottorino era tornato. L’Argisa, con la messa in piega appena fatta, se lo era ritrovato davanti, più vecchio di sessant’anni. Lo aveva riconosciuto dalla macchia scura su un lato del naso e dagli occhi trasparenti come il vetro. Per un attimo la testa dell’Argisa aveva preso a pulsare, pareva le fosse passato sopra un reggimento di cavalleria e quando il dolore si attenuò, lo chiamò per nome: «Rino?».
«Camelia?» aveva chiesto lui pescando quel soprannome fra i ricordi, sorpreso di trovarlo subito.
«Rino!» urlò lei lasciando cadere la borsa in terra.
«Sei bella come allora».

Elisa Minì, Firenze, 1969. Per questa casa editrice ha pubblicato il romanzo Tutta colpa di Gabo (2014); ha pubblicato inoltre racconti in diverse antologie, tra questi: La sostanza delle cose, Perrone Lab, Incipit d’autore, febbraio 2012; Mille battiti di ali, Perrone Lab, Incipit d’autore, aprile 2012.
Medaglia di bronzo al Premio Firenze 2010 nella sezione racconti inediti con il racconto Lei pensa Lui no. L’intreccio della lana, 3° classificato al Premio Letterario Nazionale Danilo Chiarugi; finalista al Premio Firenze edizione 2011 nella sezione racconti inediti; 1° classificato al Premio Letterario Nazionale Domenico Rea Città di Empoli nel 2012.

leggi un assaggio scarica la copertina

 

0 Comments

Socialize

Comments are closed.