La parola mala

12,00 IVA inclusa

Questo libro omaggia la malaparola. O meglio, la parola mala. Un saggio di fenomenologia dell’insulto e un viaggio che attraversa l’Italia e l’italiano, categorie culturali e sociali.

COD: 9788899381110 Categoria: Tag: Product ID: 1658

Descrizione

Sei uno stronzo. Questa frase l’abbiamo pronunciata tutti, almeno una volta, nella vita. Perché è sincero, bello, divertente, liberatorio, pericoloso e rivoluzionario dire una parolaccia.
Questo libro omaggia la malaparola. O meglio, la parola mala. Un saggio di fenomenologia dell’insulto e un viaggio che attraversa l’Italia e l’italiano, categorie culturali e sociali. Letteratura, cinema, teatro, filosofia, musica. Politica, chiaramente. Con un ‘malaparlamento’ allestito ad hoc. E sport, dove pochi la prendono sportivamente. Più alcune chicche esclusive, dal caso Magnotta all’epitetare di Aristofane, passando per la Storia del peto nel regno di Napoli e uno studio su La scena delle ingiurie de La gatta Cenerentola, dopo aver riso con la Cronaca di un chitammuorto annunciato e appreso che Mozart aveva composto un canone musicale chiamato Leccami il culo. Fino al Museo dell’insulto, dove riposano le parolacce ormai estinte.
Per analizzare e rilanciare una modalità espressiva che oggi, forse, scandalizza meno ma che è ancora di successo; e che non ha perso nulla della propria forza comica ed eversiva.

Contributi di Vincenzo Ambrosino, Gennaro Carillo, Giovanni Conforti, Simona Frasca, Luigi Furfaro, Flavio Gioia, Marco Lombardi, Giuseppe Sansonna, Gianluca Ursini, Francesco Velonà, Carlo Ziviello. Special guest: il mammtweet di Anna Trieste.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La parola mala”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *